in

Non solo Sespo, un sacco di creator escono allo scoperto: “Siamo stati truffati, non siamo stati pagati”

Dopo le dichiarazioni di Sespo, anche Beatrice Cossu sostiene di non aver ricevuto soldi da alcune collaborazioni. Ecco cos’ha detto.

Non solo Sespo. Anche altri creator stanno raccontando di non essere stati pagati per i propri lavori social. Subito dopo Edoardo, è stata la volta di Beatrice Cossu. Lei ha rivelato, questa volta su TikTok, di aver avuto a che fare con problemi simili a quelli del creator: pur avendo lavorato per alcuni brand, non avrebbe infatti ricevuto i soldi che le spettavano. Una vera e propria truffa, a sua detta. Dopo aver pubblicato un estratto del video di Sespo, Beatrice Cossu ha detto:

Anche io sono stata truffata e derubata. Non voglio rimanere in silenzio. Ammetto che fino ad adesso non ho mai parlato per paura, tanto noi content creator ed influencer non siamo minimamente tutelati. Nel 2022 ho fatto tantissimi lavori, di conseguenza firmato contratti che non sono stati pagati. O meglio, il brand ha pagato, ma chi doveva saldare le fatture che io ho fatto e presentato al mio commercialista, non ha saldato proprio niente.

Beatrice Cossu ha confessato di aver avuto problemi economici pesanti per via dei mancati pagamenti, dichiarati in questo video: “A causa di questi pagamenti non effettuati, si stava per sospendere la mia carriera universitaria, non avevo soldi per pagare le rate universitarie e per comprare dei libri“. Poi ha specificato: “I brand seri con la quale ho lavorato, hanno pagato. Ma l’agenzia non mi ha dato i soldi, se li sono tenuti“.

Per esempio ho dovuto chiedere a mio nonno pensionato. Con i suoi risparmi ho potuto continuare a studiare, anche grazie ai miei genitori sono riuscita a pagare le rate della macchina che ho comprato nel 2021. Nonostante io abbia lavorato per tutto il 2022 e abbia fatturato. Li chiamavo in lacrime, chiedendo i miei soldi. Dicevano di chiamare il giorno o la settimana dopo, quando vedevano il mio numero non mi rispondevano più, tanto che li contattavo con altri numeri, a cui rispondevano.

La creator ha anche coinvolto un avvocato per far valere i propri diritti, “ma anche quello a un certo punto ha un costo“. In seguito alle fatture non saldate, Beatrice ha confessato anche di aver smesso di pubblicare dei contenuti previsti per collaborazioni. “Finché non vengo pagata, non pubblico contenuti adv“, le parole di Beatrice, che ha parlato anche di minacce per lavori non svolti, “vessazioni e abusi psicologici”.

Ma sono davvero tanti i creator che stanno denunciando, perlomeno sui social, di non aver ricevuto i soldi che gli sarebbero spettati per le proprie attività social. Pure Virginia Montemaggi ci sarebbe passata: “Purtroppo è successo anche a me, è ancora dal 2021 non ho visto praticamente nulla. Davvero zero tutele“. Anche Gianmarco Zagato: “Amo già lo sai“. Luca Lattanzio ha scritto: “Non sei l’unica Beatrice, siamo in tanti ad essere stati truffati, farò un video dove citerò sia te che Sespo“. Sua sorella Valentina ha scritto: “Senza parole. Tutti nella stessa situazione“. Il Viglio: “Direi che mi aggiungo alla lista“. Sasy Cacciatore ha scritto: “Sono con te! E a breve parlo anche io. I pianti che mi sono fatti in questi mesi per tutto questo“. Martina Picardi: “Io 3 anni in un’agenzia, la stessa identica cosa: non ho mai visto 1€, addirittura il mio libro“.

[Foto: TikTok]