in

Beatrice Cossu difende la sorellina dall’attacco di una hater: “Ti rendi conto di quanto fai schifo?”

Beatrice Cossu
Beatrice Cossu

La sorellina di Beatrice Cossu, Rebecca, è stata attaccata in maniera ingiustificabile da una hater che l’ha invitata in malo modo a farsi una vita. L’ex star de Il collegio non ci ha pensato due volte e ha denunciato pubblicamente l’accaduto facendo ascoltare l’audio su Instagram. Lo sfogo inizia così:

Raga scusate se faccio queste storie ma sono veramente inca**ata.

Successivamente Beatrice, mentre Rebecca piangeva, ha fatto ascoltare l’audio incriminato ricevuto dalla sorellina:

Tutti ti odiano. A tutti stai sul ca**o. Tutti appena ti vedono sboccano da quanto fai cacare. Smettila di dire: “Io una vita ce l’ho”. Ce l’hai perché tua sorella è famosa. A quest’ora tu saresti nulla, saresti una mer*a schiacciata. Quindi fatti una vita.

Beatrice, invita i genitori ad educare i figli a fare del bene, poi commenta a muso duro:

Io dico: ma la gente sta bene? Come ca**o vi permettete a rendere una bambina di tredici anni in queste condizioni? A fare bullismo in questa maniera? Vi rendete conto di quello che dite? Di quanto fate schifo? Di come avete reso mia sorella? Fatevi una vita e smettete di dire queste cattiverie alla gente, che la rendete in queste condizioni. Capito?

Se non fosse stata abbastanza chiara, Beatrice Cossu, a cui va il massimo apprezzamento per come ha gestito la situazione, ha pubblicato uno screenshot di lei e sua sorella, accompagnata da una scritta:

Ti voglio troppo bene e ti difenderò da tutto!

A sostegno di Rebecca, fortunatamente, sono arrivati numerosi commenti. Caso chiuso, ma l’odio insensato, purtroppo, rimane e non tutti hanno la fortuna di avere una sorella, un amico o un familiare pronti a difenderli.

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Andrea Pinna vignetta razzista

Le Perle di Pinna pubblica (poi cancella) una vignetta razzista, il web insorge. Arrivano le scuse: “Sono mortificato”

Marta Losito

Marta Losito spiega come è nata la storia della “guerriera”