E’ di ieri la polemica “youtuberiana” che ha visto protagonista Basic Gaia, beauty influencer e make up addicted (per chi non lo sapesse anche storica fidanzata del rapper Shade).

Gaia ha pubblicato sul suo canale un video dove si impegna a testare tenuta e prestanza dei best seller del famoso marchio cosmetico high cost “Too face”. La giovane influecer ha voluto mostrare la performance dei prodotti nell’arco di 6-7 ore, in molti però hanno notato alcune stranezze durante il video. Infatti quando Gaia inquadra sul suo telefono l’orario del prima e del dopo, il cellulare segna due date diverse: al momento dell’applicazione sono le 12.37 del nove aprile mentre l’orario della fine del test è quello delle 19.58 del 10 aprile, il giorno dopo. Ovviamente questo significherebbe una falsificazione della prova, una recensione non attendibile e una perdita di credibilità.

Dopo qualche ora dall’insorgere della polemica, però, Gaia ha deciso di replicare tramite instagram stories; dopo aver premesso che si è trattato di un errore dovuto al suo essere per natura approssimativa e momentaneamente sotto stress a causa di una difficile situazione clinica, ha spiegato che durante la fase di montaggio ha dovuto sostituire il frame dell’orario di fine test perché il telefonino era fuori fuoco e non si leggeva l’orario preciso.

Quando però ha rigirato e sostituito la clip non si è ricordata di inserire, oltre all’orario, anche la data esatta in cui aveva testato i prodotti. Dopo la sua dichiarazione i commenti in merito a questa vicenda sono stati diversi: c’è chi ha accusato Gaia di aver dato una giustificazione poco credibile e chi invece ripone piena fiducia nella sua onestà e nella sua etica professionale.

Certo è che, se anche Gaia avesse agito in mala fede, non si riuscirebbe comunque a comprendere a quale scopo dal momento che nel video boccia alcuni prodotti che su di lei non hanno avuto una buona resa. In ogni caso non possiamo darvi alcuna certezza né di innocenza né di colpevolezza, noi vi abbiamo esposto i fatti, sta a voi tirare le conclusioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *