in

Simba La Rue arrestato: Baby Gang prende le sue difese sui social! Ecco cosa ha detto

Con una Storia su Instagram, Baby Gang ha difeso Simba La Rue, dando un punto di vista sugli scorsi episodi. Ecco cos’ha detto.

Baby Gang e Simba La Rue
Baby Gang e Simba La Rue

Il 9 giugno scorso, il rapper Baby Touché é stato vittima di un’aggressione da parte del collega Simba La Rue. Da quel momento in poi la situazione si è evoluta: prima c’è stata la vendetta, che ha portato all’accoltellamento del rapper, poi, qualche giorno fa, la carcerazione dello stesso Simba a causa di una faida tra trapper. Sulla vicenda ha deciso di esporsi Baby Gang postando una Storia su Instagram in cui prende le difese del cantante.

Reduce da un periodo passato in carcere, il ragazzo ha deciso di parlare della sua personale esperienza, spiegando ai suoi fan che la galera non è assolutamente un posto da sottovalutare e che gioire quando qualcuno ci finisce è scorretto:

Vedo persone gioire per la carcerazione di altre persone. Fate veramente schifo, non pensavo che in Italia ci potesse essere così tanta infamità.  Magari tanti di voi non sanno affatto cos’è la galera, o magari avete visto le mie storie e i miei video e pensate che sia un hotel. Io sono un caso a parte, ma se la pensate così mandate pure i vostri figli quando crescono. Godevate pure alla mia carcerazione pur essendo per la prima volta innocente, ma sono uscito più forte di prima. Pensate agli affari vostri e a dare un futuro alla vostra famiglia. Voi potete giudicare solo la musica, quello che fa un artista. Nella sua vita privata lo può giudicare invece solo Dio.

Per concludere, Baby Gang ha espresso il suo punto di vista in merito agli episodi che hanno coinvolto il collega e amico Simba La Rue:

Che sia giusto o sbagliato quello che é successo, nessuno di voi era presente per sapere realmente le cose. Vi basate tutto da quello che leggete sui social, perché la vita reale non la conoscete. I pentiti di cui parlate sono una ragazzina e un driver che non sanno nemmeno come si chiamano i ragazzi. Ancora Simba non è stato interrogato e processato e già stanno uscendo fiabe e chissà quante altre. Ma non importa, tornerà tutto come prima.

[FOTO: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.