in

Ariete racconta come (non) ha fatto coming out con i suoi genitori: ecco com’è andata!

La cantante Ariete non ha mai fatto un vero e proprio coming out con la sua famiglia. Lei lo ha raccontato in un’intervista.

Noi stiamamo Ariete alla follia. Non solo perché è un’artista incredibile (farà molta più strada di quella che ha fatto finora, ne siamo certi), ma anche perché attraverso la sua musica e le sue parole riesce a lanciare dei messaggi importanti. Solo qualche settimana fa dal palco del suo tour aveva spronato gli spettatori ad amare “chi caz*o gli pare“.

Ora Arianna, complice un’intervista televisiva, ha deciso di parlare del suo coming out. Che in realtà non c’è mai stato. Semplicemente, ha detto ai suoi che le servivano dei soldi per comprare un biglietto del treno per raggiungere la sua ragazza:

“Con i miei non ho fatto coming out. Mi ricordo che una volta sbottai con mio padre per i voti a scuola. Gli dissi: ‘Sai che c’è, forse abbiamo una cosa in comune: anche a me piacciono le ragazze’. Invece a mia madre mi ricordo che comunque era un periodo così a scuola. Le avevo mandato questo messaggione in cui le dicevo: ‘Mamma, sono fidanzata’. Ma non le avevo detto che mi sento diversa. Era più il messaggione per dirle ‘ti prego, comprami questo biglietto’. Con i miei non mi sono mai messa a tavola e non ho mai detto ‘mi piacciono le ragazze’. Non l’ho mai fatto, e non mi è servito farlo nemmeno con mia nonna”.

Ma perché ad Ariete non piacciono i coming out? Lo ha spiegato lei nei mesi scorsi. Il motivo lo trovate qui sotto.

Perché ad Ariete “non piace” il coming out

Io sono una ragazza bisessuale a cui non piace il concetto di coming out. E ti spiego perché: parto dal presupposto che siamo tutti diversi, abbiamo stili di vita differenti, come del resto le nostre routine e anche i gusti musicali, solo per citare alcuni aspetti. Perché io devo sentirmi “differente” solo perché amo una persona del mio stesso sesso? Cosa c’è di diverso in questo? Io non mi sono seduta a tavola con i miei genitori per raccontare del mio primo fidanzato. E non l’ho fatto neanche quando mi sono fidanzata con la mia prima ragazza. C’è il rischio di togliere tutta la bellezza del rapporto che si sta costruendo con quella persona, che sia del proprio sesso o di un altro. Rispetto e supporto tutte le persone che sentono di voler fare coming out, assolutamente, ma allo stesso tempo voglio dire a tutti che non c’è nulla per cui ci si debba sentire diversi. L’amore è universale.

Da SkyTg24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *