in

“Annamo a pijà er gelato”, c’è un sottotesto ambigo? L’ideatore del meme chiarisce tutto!

“Annamo a pija er gelato” è il meme dell’anno. Proviene da “Strappare lungo i bordi” di Zerocalcare, ma che significa?

A me non me ne frega un ca***, annamo a pijà er gelato?” è uno dei meme più iconici del 2021 (nonché il vostro preferito ai Webboh Awards). La frase proviene dalla serie di Netflix “Strappare lungo i bordi” ideata dal fumettista satirico Zerocalcare. A pronunciare quella frase è il personaggio di Secco, il migliore amico di Zero: lui rappresenta il menefreghismo e la risassatezza. Una figura che non si lascia scalfire da niente, a cui tutto scivola addosso.

L’iconica frase è molto ricorrente in “Strappare lungo i bordi”, e non viene citata soltanto una volta. Quando Secco interviene, emerge tutto il suo disinteresse. Ma cosa significa quella frase? O meglio, cos’è quel gelato che viene tirato in ballo nella serie? Per alcuni, il gelato sarebbe la metafora per indicare sostanze stupefacenti. Ma è stato proprio l’ideatore, Zerocalcare, a smentire questa teoria:

“Tutti pensano questa roba qua, ma siamo ‘Straight Edge’ io e Secco, quindi non ci facciamo le canne, non ci droghiamo, non beviamo manco il caffè…”.

Radio Deejay

Cosa vuol dire essere “Straight Edge”? Vuol dire seguire una filosofia di vita sana che prevede la totale astinenza da droghe, fumo e alcol. Ora che no ci sono più dubbi, annamo a pija er gelato anche noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *