in

Anna Ciati ha sofferto di bullismo: “Venivo chiamata malefica arancione” – ecco perché si era fatta mora (foto)

Anna Ciati ha raccontato la sua infanzia (dove è stata vittima di bullismo) e il rapporto tormentato con suo papà.

Anna Ciati è una ragazza di 22 anni originaria della Brianza, che ha iniziato ad avere un successo enorme su TikTok tanto da diventare una delle influencer più seguite sulla piattaforma con i suoi 1,2 milioni di follower. E presto debutterà anche in tv come concorrente di “Pechino Express“. Moltissimi dei suoi seguaci sono rimasti attratti dai suoi capelli rossissimi e dalle sue lentiggini che l’hanno aiutata a crescere a dismisura in pochissimo tempo, ma non tutti conoscono la sua storia.

Anna ha raccontato il suo passato a “Tu non sai chi sono io“, un programma di RaiPlay. Nella seconda stagione, e più nello specifico nell’episodio 4, la protagonista è stata proprio lei, la quale si è raccontata non tralasciando nemmeno le sue situazioni più difficili che ha dovuto affrontare. Come raccontato stesso dal padre, infatti, la sofferenza più grande per lei è stata per il fatto che a scuola veniva spesso presa in giro con il nomignolo di “malefica arancione“. Sono stati momenti difficili, ma dove i suoi genitori gli sono stati molto vicini poiché volevano farle capire che in realtà l’essere diversa con un solo colore dei capelli era un pregio. Lei ha raccontato:

“A scuola mi chiamavano malefica arancione. Ero l’unica rossa, non avevo seno, mi chiamavano Dumbo per le orecchie. Sono così, che devo fare?! Soprattutto quando ero piccola, a queste cose davo un gran peso. Neanche mi sfogavo più di tanto, certe volte però ci piangevo perché ci rimanevo male”.

Anche il papà ha voluto dire qualcosa su questo: “Quando l’hanno chiamata malefica arancione le ha fatto veramente male. Ha passato momento difficili, che ricordo molto bene. Le siamo stati molto vicini. Il suo essere diversa era un suo pregio. Ci ha messo un po’ a capirlo perché si è fatta anche i capelli neri una volta, e io lì non ci ho dormito delle notti“. Noi abbiamo trovato (su Facebook) anche delle foto di Anna mora

Anna Ciati
Anna Ciati

Le difficoltà e la svolta con TikTok

Anna Ciati ha poi parlato della sua infanzia, dove ha vissuto circondata da una famiglia molto unita. Ad un certo punto, però, la famiglia è iniziata a sgretolarsi per un clima di malessere che era entrato in casa.

“Non bevevo e non mangiavo, sei stato praticamente a mettermi in flebo. Da te sarebbe anche semplicemente bastato un “andrà tutto bene”, non un “stai male, non stai facendo niente, non ti stai alzando” con il tuo modo scontroso”, ha detto al padre.

Il padre ha riferito che lei si è lasciata andare, e lui ha provato ad aiutarla. Ad un certo punto lei ha perso circa 7/8 kg in una settimana, e lui ha subito deciso di intervenire per la preoccupazione. La sua svolta è stata TikTok, dove all’inizio postava solamente video molto naturali. Ma in 4 giorni ha immediatamente raggiunto il traguardo dei 100k follower:

Mamma è riuscita a capire il mio mondo, e invece tu l’hai sempre ostacolato. Soprattutto per i video in costume. Papà per me i social sono un lavoro vero, e mi rendono più indipendente. Non devi essere sempre severo, cambia un po’ questa mentalità del Medioevo. La mia è una favola moderna: accetta il mio lavoro e tornerò ad essere la tua principessa.

Finale quasi da strappalacrime, con l’abbraccio tra Anna e suo padre avvolti da una bellissima commozione. Tutto è bene quel che finisce bene. E se vi siete emozionati anche voi, tranquilli, è tutto normale: noi siamo stati i primi a commuoverci.

[Foto: RaiPlay]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *