in

Andrea Fratino, spacciati dei nudes per suoi: “Non sono io, che schifo” – ecco cos’e successo

Girano foto false di Andrea Fratino senza vestiti. Ecco il suo racconto.

Andrea Fratino
Andrea Fratino

Stanno girando foto false che ritraggono Andrea Fratino senza vestiti. A dare la notizia è stato lo stesso Andrea. Questa mattina il creator ha condiviso una storia nel quale sosteneva di essere molto arrabbiato e deluso. I fan preoccupati hanno quindi iniziato a chiedersi cosa fosse successo. Ecco le sue parole nelle storie:

Sono veramente schifato e allo stesso tempo incazzato e veramente anche deluso dalle persone, dalla cattiveria delle persone. Ieri mi è arrivata una foto tramite un fan che mi ha detto: “guarda su Telegram stanno girando delle foto tue”. Rega sono dei nudes e la cosa che mi fa specie e che non sono io ma potrei benissimo dimostrarvelo dal segno delle unghie al segno dell’abbronzatura che ho intorno all’inguine. Volevo dirvi che io queste foto le ho viste, mi sono arrivate ieri era circa all’una di notte ed ho aspettato a parlarvene perché ho preferito prima parlarne con mia madre.

La cosa che vorrei dirvi in realtà la prima è che prenderò dei provvedimenti legali chiamando la polizia postale. La seconda cosa che io voglio dirvi ragazzi non sono assolutamente io e questa cosa mi fa imbestialire. Detto ciò capisco che ancora al mondo ci sono persone di merda è brutto dirlo ma è così e se vi dovesse arrivare qualunque foto non sono io.

Andrea Fratino ha raccontato di aver scoperto grazie ad un fan che su Telegram girano delle sue foto nude. Il creator è rimasto molto colpito dalla situazione e ha sottolineato che quelle foto sono dei falsi come ha poi dimostrato nella storia successiva. Ha anche deciso di prendere provvedimenti legali e di denunciare il tutto alla polizia postale.

In effetti Andrea non è l’unico componente della Stardust House ad essere stato vittima di questo avvenimento. Circa sette mesi fa vi avevamo parlato di una cosa simile accaduta a Giulia Sara Salemi.

[FOTO: INSTAGRAM]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *