in

Alessandro Parabiaghi video in discoteca senza mascherina: “Mai così tante critiche, si sono disiscritti dal canale”

Alessandro Parabiaghi
Alessandro Parabiaghi

Alessandro Parabiaghi chiede scusa per un video pubblicato due settimane fa sul suo canale YouTube poi rimosso. Cosa è successo? Andiamo con ordine e ricostruiamo la vicenda con il racconto dello youtuber:

Due settimane fa ho caricato un video che si intitolava “Finalmente ce l’ho fatta. La mia vacanza perfetta” che non era altro che la seconda parte della mia settimana di vacanza a Jesolo. Dalla data di creazione del mio canale non avevo mai ricevuto così tanti commenti negativi sotto un video / non mi piace / persone che si sono disiscritte al mio canale. Ciò mi ha fatto riflettere fino ad arrivare ad eliminare il video in questione.

Cosa non hanno gradito i suoi iscritti? Il fatto che nel video ci fossero delle scene di Alessandro in discoteca senza mascherina:

Mi è andata un pochettino di sfiga, perché io sono stato a Jesolo intorno alla metà di luglio. In quel preciso momento i casi erano in diminuzione, la situazione sembrava andare bene. Come sapete sono molto lento a montare i video. Così la prima parte di quella vacanza è uscita prima di ferragosto, e lì nessuno mi ha detto niente, anche se sono uscito e forse sono anche andato in discoteca. La seconda parte è uscita dopo ferragosto, quindi quando il governo ha deciso di prendere delle precauzioni e chiudere le discoteche e lì tutti i moralisti sono insorti contro di me.

Come avevo scritto nei commenti di quel video, io non ero senza mascherina in mezzo alla gente, tra assembramenti di persone, ma ero in consolle. C’eravamo io, Alessio, il dj, il vocalist e forse due ragazze. Ci stanno sei persone alla consolle. Non sono mille. Se mi spostavo dalla consolle e andavo al bar, in bagno, o in pista a ballare, ovviamente la mascherina la indossavo.

Lo youtuber accetta le critiche (“Avete tutte le ragioni del mondo a criticarmi per la non corretta osservazione delle norme“), ma tende a giustificarsi:

E’ più forte di me. I video con la mascherina non riesco a farli. La faccia fa passare le emozioni. Io non riesco a metterla nei video. Il che non significa che non la indossi quando sto registrando o quando vado in giro… se guardate sui social non troverete una foto in cui sono taggato dove non indosso la mascherina.

Alessandro è stato nuovamente criticato per un video di street magic registrato sempre a Jesolo. Anche in quel caso non aveva la mascherina e nemmeno le ragazze che aveva fermato.

Qualcuno ha avuto da ridire nonostante fossimo all’aperto e non ci fossero assembramenti. Aveva ragione quel qualcuno, ma mettetevi nei miei panni: se faccio un video di street magic per prima cosa penso all’audio. Se indosso la mascherina e anche le ragazze va da sé che p difficile sentire l’audio. Il mio audio non si sentirebbe e avrei dovuto sottotitolare, ma soprattutto le reazioni alla magia sono di risata o di stupore. Se io faccio mettere la mascherina a tutte le ragazze che ci sono, le reazioni sarebbero praticamente nulle e potrei fare a meno di fare il video.

D’ora in poi non usciranno più video di street magic fino alla fine di questo difficile momento.

Dopo Jesolo Alessandro è andato in Croazia con altri ragazzi per un evento. Una trentina di persone sono risultate positive. Nonostante non fosse stato a stretto contatto con loro e quindi non avesse l’obbligo, ha deciso di fare il test sierologico risultando negativo. Successivamente il mago ha continuato le vacanze in Sardegna stando a contatto con un ragazzo che poi è risultato positivo. Contattato dall’ASL ha deciso di tornare prima e di sottoporsi al tampone, fortunatamente negativo:

Sono felice di poter abbracciare mia mamma senza aver paura di passarle qualcosa e in più posso dimostrare a voi, che avete puntato il dito che, anche se in qualche scena dei miei video non indosso la mascherina, non sono una persona disattenta.

Attualmente Alessandro Parabiaghi si è messo in auto quarantena ed è all’undicesimo giorno. Tra tre giorni farà un secondo tampone per accertarsi di essere negativo al 100%. Tutto finito dunque? Assolutamente no. Lo youtuber ha tenuto a fare un discorso etico a fine video:

L’accusa che mi avete mosso è di diseducazione: io ho tanti follower e se io posto una cosa sbagliata su YouTube i miei follower fanno quello che faccio io. Quindi: non dovrei farlo o non dovrei metterlo su YouTube così la gente non fa quello che faccio io.

Io non credo che sia un comportamento diseducativo: se il governo ha riaperto le discoteche è perché era il momento giusto per farlo evidentemente… Non c’ero solo io ma altre centinaia di migliaia di ragazzi… ci è stata data una possibilità e l’abbiamo presa, rispettando le norme. Non abbiamo fatto nulla di illegale.

Sono d’accordo di avere una certa influenza sul pubblico che mi guarda, ma non dimentichiamoci che YouTube è anche intrattenimento. Potevo anche tagliare quelle scene, ma le rendevano più bello. Secondo il vostro discorso nessuno potrebbe fare più niente…

Da ragazzo di 25 anni mi sembra scontato dirlo, ma sta a noi prenderci le nostre responsabilità, capire cosa è giusto e cosa non è giusto fare. Non parlatemi dei minorenni perché mi auguro che abbiano dei genitori che li aiutino a decidere e non gli facciano fare qualsiasi cosa che vedono su YouTube.

Nel finale Alessandro si scusa nuovamente:

Chiedo scusa se ho urtato la sensibilità di qualcuno. Mi dispiace veramente per quelli che a causa di questa pandemia hanno perso amici o parenti. Per questo motivo cercherò di stare più attento nei mesi avvenire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *