in

Alessandro Parabiaghi ha partecipato alla finale del programma tv Tu Si Que Vales! Ecco com’è andata

Alessandro Parabiaghi ha partecipato alla finale a Tu Si Que Vales! Ecco com’è andata!

Alessandro Parabiaghi
Alessandro Parabiaghi

Alessandro Parabiaghi ieri sera ha partecipato alla finalissima di Tu Si Que Vales. Il mago youtuber ha nuovamente stupito tutti i giudici del talent di Canale 5, ma non è riuscito a vincere. Andiamo con ordine.

Alessandro si è presentato con un numero di carte che ha lasciato senza parole Maria De Filippi, Rudy Zerby, Gerry Scotti e Teo Mammucari. Quest’ultimo, appassionato di magia, ha dovuto ammettere di non aver capito il trucco (“Faccio queste cose da anni e non ho capito niente. Hai fatto una cosa straordinaria“). e ha definito il ragazzo: “Un fenomeno

Dopo aver superato l’ultima fase eliminatoria, il ragazzo è arrivato tra i quattro super finalisti. Al televoto, però, con il 37% dei voti, ha trionfato il coreografo ballerino, designer e pittore francese Sadeck Berrabah. Alessandro Parabiaghi è arrivato secondo con il 26% dei voti, davanti al giovanissimo saltatore di corda Cristian Sabba e al talentuoso ingegnere performer Alessandro Mosca.

Alessandro Parabiaghi ha partecipato al programma tv Tu Si Que Vales! Ecco com’è andata a finire

Alessandro Parabiaghi
Alessandro Parabiaghi

Ieri sera Alessandro Parabiaghi ha partecipato alla prima puntata di Tu Si Que Vales, il talent di Canale 5 con in giuria Maria De Filippi, Rudy Zerbi, Teo Mammucari e Gerry Scotti.

Il mago youtuber ha stupito tutti con un gioco di magia con le carte. All’inizio ha chiesto la collaborazione della conduttrice, Belen Rodriguez. Per il numero successivo ha chiamato in causa Gerry Scotti. In entrambi i casi ha lasciato tutti senza parole.

Al termine della prova i giudizi sono stati unanimi: quattro sì (il massimo che poteva ottenere) e la giuria popolare che l’ha promosso con l’87% dei voti. I commenti sono stati entusiasti: Gerry Scotti l’ha definito “simpatico, leggero, non pesante“; Rudy Zerbi si è limitato a definirlo “letteralmente fantastico“; Maria De Filippi ha ammesso di aver fissato tutto il tempo le mani per scoprire il trucco senza riuscirci; Teo Mammucari gli ha fatto un grande complimento: “Quando uno fa un gioco di magia, qualsiasi cosa fa va bene. Ma con le carte, venire qua e riuscire anche a superare l’emozione davanti a noi, è una cosa complicata. Sei stato bravissimo“.

Alessandro Parabiaghi chi è?

Alessandro, conosciuto come Alexmagix, è uno youtuber milanese di Cinisello Balsamo, nato il 18 giugno 1995 che si è appassionato alla magia sin da piccolo, grazie al padre. Crescendo inizia a coltivare la passione, prima assistendo un mago durante una fiera, poi frequentando il Club amici della magia, dove incontra Raul Cremona.

Nel 2011, a soli 16 anni, Alessandro apre su YouTube il canale TheNewMagicWizard per fare unboxing di mazzi di carte e accessori di magia. La svolta arriva nel settembre 2013 quando pubblica il suo primo video di Street Magic. Nel 2016 il canale tv Super gli fa condurre Street Magic e si conferma tra i più bravi e giovani maghi d’Italia. Nel 2017 la sua carriera rischia uno stop a causa di un cane che gli azzanna la mano. Fortunatamente riesce a riprendersi. A Il giorno racconta:

Fin da piccolo ero affascinato da un gioco che faceva mio padre, il classico trucco della monetina che compare e riappare dietro l’orecchio. Trucco che, peraltro, mio padre non mi ha mai svelato. Poi, a 15 anni, sono andato a una fiera di modellismo e in un angolo c’era un mago che faceva una serie di giochi di prestigio. Sono rimasto lì 3 o 4 ore vedendoli molte volte, e naturalmente senza capirne nemmeno uno. Ma ho avvertito una tale emozione, un tale stupore, che ho deciso che dovevo farla provare a mia volta agli amici. Ho poi avuto la fortuna di incontrare Raul Cremona al Clam (Club amici della magia) che mi ha aiutato e supportato … L’80% dei numeri li ho riadattati. Non si tratta tanto di inventare un trucco nuovo, quanto la sua presentazione. La presentazione vale il 90% dell’effetto, la gente non ti ricorda tanto per la magia, quanto per quello che sei capace di raccontare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.