in

“Crea nuove insicurezze”, Ace critica il trend “E’ un 10 ma”: ecco cosa è sbagliato secondo lui!

Ace pensa che il trend del “è un 10 ma” sia deleterio per gli utenti dei social. Ecco per quale motivo.

Ace trend 10 ma
Ace trend 10 ma

Ace contro il trend “è un 10 ma”. Nelle ultime settimane i contenuti di questo genere stanno spopolando sul web. Nei video si parla di una persona che si meriterebbe un certo voto a cui però si aggiunge un ulteriore elemento che potrebbe modificare il voto finale. Ad esempio è un 10 ma è molto basso. (qui trovate tutte le informazioni). Per alcuni si tratta solamente di innocenti video in cui si scherza ma secondo altri, tipo Ace, questi post potrebbero essere deleteri per alcuni utenti che magari hanno una bassa autostima e che non si accettano. Ecco cosa ha scritto su Instagram:

È un 10 ma… scusate ma che trend ORRIBILE. In questo modo non fate altro che creare nuovo insicurezza alle persone… Ps. Siete tutti bellissim* anche se siete alt* bass* magr* o grass* o comunque voi siate.

Queste parola sono state davvero molto apprezzate dai fan di Ace che lo ringraziano per utilizzare il fatto di essere conosciuto per eliminare gli stereotipi e i giudizi. Il trend potrebbe generare nuove insicurezze? Nonostante non sia fatto con malizia e l’intento non sia quello di screditare nessuno questi video potrebbero essere deleteri. Qualcuno magari può ritrovarsi in una delle caratteristiche negative utilizzate nel video. Quindi magari anche se c’è una forte dose di ironia qualcuno potrebbe sentirsi attaccato.

Il trend non è per nulla esente dalle polemiche. Una delle più recente ha interessato Giulia Sara Salemi. Durante una live ad RDS Next ha detto “è un 10 ma è un po’ basso diventa 6“. Una frase che non è stata molto apprezzata del pubblica e per cui la creator si è scusata perché la sua intenzione non era assolutamente quella di sminuire nessuno. La cosa certa è che nessuno può essere definito soltanto da un voto e da una frase che indica una caratteristica positiva o negativa. Siamo molto più di questo.

[FOTO: TikTok]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.